Risorse

Notizie

Novità nella gamma finocchio Seminis: ecco Ottaviano e Traiano!

L’impero del grumolo tondo accoglie due nuovi sovrani quest’anno: Ottaviano e Traiano sono i due finocchi invernali che vanno ad arricchire la gamma Seminis e, ne siamo sicuri, daranno grandi soddisfazioni agli agricoltori italiani.

Sani e vigorosi, uniformi e consistenti, Ottaviano e Traiano si affiancano ad Augusto nel coprire il fabbisogno di finocchio per tutto il segmento invernale, fino alla primavera inoltrata.

“Con l’introduzione di queste due nuove proposte Seminis offre alle aziende agricole una continuità nella programmazione del finocchio invernale, mantenendo inalterate le caratteristiche qualitative e di resa ad ettaro del prodotto”, ci racconta Elisabetta Martella, Market Developer per il Finocchio dell’azienda sementiera del gruppo Bayer.

“Entrambe le varietà hanno un posizionamento strategico e complementare rispetto ad Augusto, il finocchio più amato della gamma Seminis, garantendo una finestra di raccolta molto ampia, da metà dicembre a fine aprile. Infatti Ottaviano, grazie alla sua tolleranza alle alte temperature, può essere trapiantato già a partire dal 5 settembre, in anticipo rispetto ad Augusto; invece Traiano si presta bene a trapianti da inizio ottobre a metà novembre, quindi raggiunge la maturazione dopo Augusto”.

Due novità della gamma finocchio Seminis, produttive, facili da coltivare e molto apprezzate dal mercato.

Andiamo a conoscerle nel dettaglio!

Finocchio Ottaviano Seminis Finocchio Ottaviano

Ottaviano: il finocchio invernale a ciclo medio-precoce che piace al mercato

Ottaviano, codice pre-commerciale SVFF8346, è una varietà di finocchio invernale con un ciclo medio di 110/130 giorni, e si presta per trapianti a partire dal 5 settembre fino a metà ottobre e raccolte da metà dicembre a tutto il mese di febbraio, nei principali areali della penisola vocati alla coltivazione del finocchio.

Gli agricoltori che hanno provato la varietà di finocchio Ottaviano sono rimasti molto soddisfatti dalla sua produttività.
La pianta si mostra sana, eretta e vigorosa, con una buona uniformità e una resa a ettaro molto soddisfacente.

Ottaviano si distingue soprattutto per la qualità del grumolo, che si presenta di forma rotonda con piccola cicatrice di taglio, uniforme e pesante, con canne erette, di buon diametro e una buona pezzatura.

A maturazione, la pasta è bianca e fibrosa, caratteristica che gli conferisce ottima tenuta in campo e resistenza alla manipolazione: questo consente all’agricoltore di gestire le fasi di raccolta con grande flessibilità, garantendogli un prodotto che mantiene invariate le sue caratteristiche organolettiche.

Ottaviano si dimostra inoltre una varietà di finocchio versatile, che si adatta bene a diverse tipologie di confezionamento e per questo soddisfa tutte le esigenze della grande distribuzione, facile da commercializzare nei vari formati richiesti dal mercato (8-10-12 pezzi a cassetta).

E il gusto? Ottimo!

Ottaviano è un fuoriclasse in campo e sulla tavola!

Finocchio Traiano Seminis Finocchio Traiano

Traiano: il finocchio invernale per raccolte fino ad aprile inoltrato

La varietà Traiano, codice pre-commerciale SVFF8715, è un finocchio con un ciclo tardivo di 150/160 giorni, ideale per trapianti dai primi di ottobre fino a metà novembre e raccolte di marzo e aprile.

Ciò che contraddistingue questa varietà è la pianta, molto sana, eretta e vigorosa.

Il grumolo presenta tutte le caratteristiche distintive del finocchio invernale Seminis: rotondo, di ottima pezzatura e peso specifico, canne erette di medio diametro e una buona chiusura delle guaine con cicatrice di medie dimensioni.

Nelle prove in campo, Traiano ha dimostrato una buona tolleranza alle alte temperature e un’ottima tenuta, senza rischi per il raccolto, caratteristica fondamentale per un finocchio tardivo, che rende Traiano una varietà adatta a raccolte fino a fine aprile.

L’ottima tenuta in campo consente, dunque, agli agricoltori che scelgono la varietà di finocchio Traiano di gestire con grande facilità e flessibilità le fasi della raccolta.

Inoltre, grazie alla cicatrice di medie dimensioni e alla sua pasta fibrosa, Traiano mostra una notevole resistenza alla manipolazione, adattandosi alle diverse tipologie di confezionamento, e un’ottima tenuta anche sullo scaffale, fornendo al mercato un prodotto dalla shelf life prolungata, in grado di soddisfare le esigenze del mercato e della grande distribuzione.

Siete pronti a scommettere su Traiano? Non ve ne pentirete!

Articoli correlati

This browser is no longer supported. Please switch to a supported browser: Chrome, Edge, Firefox, Safari.