Risorse

Notizie

Il cavolfiore Lucex grande protagonista in campo!

Sapevamo che ci avrebbe dato grandi soddisfazioni ma, dobbiamo ammetterlo, le recenti raccolte in varie parti d’Italia ci hanno lasciato davvero a bocca aperta. Risultati ben al di sopra delle aspettative!

Stiamo parlando di Lucex, la novità Seminis nel campo del cavolfiore precoce: una varietà con ciclo di 60-65 giorni per trapianti da fine giugno a inizio luglio e raccolte da fine agosto a inizio settembre.

Questo cavolfiore appartiene alla tipologia Curdivex ed è perfetto per accontentare i consumatori più esigenti in quanto caratterizzato da un colore bianco brillante uniforme, anche se esposto alla luce.

Bianco e precoce è bello

Raccogliere cavolfiori di qualità a settembre, soprattutto in quelle zone d’Italia che presentano un clima più torrido, fino a questo momento sembrava davvero impensabile.

Non che a settembre non si raccolgano cavolfiori: al contrario, è il momento della resa dei conti per le varietà con ciclo da 60-65 giorni.

Il problema, però, sta nel loro aspetto e nel loro colore, di solito tendente al giallo o al bianco crema a causa di una maggiore esposizione ai raggi solari durante l’estate.

Chi conosce il mercato del cavolfiore sa bene quanto un cavolo macchiato o ingiallito risulti sempre ben poco apprezzato dai consumatori. È molto più facile lasciarsi sedurre da esemplari luminosi ed esenti da difetti di colorazione.

Così Seminis ha deciso di agire sulla genetica di queste varietà precoci, dando vita alle crop della tipologia Curdivex. Il nostro Lucex, di cui vi parliamo ora, e il successivo Marmorex (per raccolte da fine settembre).

Niente clorofilla, niente ingiallimento nemmeno dopo l’esposizione al sole: una vera rivoluzione nel mondo del cavolfiore!

E quindi com’è andata sul campo con Lucex? Vi riportiamo due testimonianze che abbiamo avuto modo di condividere con voi sulla nostra pagina Facebook.

 

Lucex a Ortanova (FG)

Il 17 settembre siamo stati ospiti di Michele Santoro nella sua azienda agricola in provincia di Foggia, precisamente a Ortanova.

Una zona non proprio vocata alla coltivazione di cavolfiori precoci, a causa del clima caldo torrido durante il periodo estivo.

Michele era inizialmente perplesso riguardo alla possibilità di piantare sulle sue terre una varietà precoce come quella del nostro Lucex. Ma si fidava di noi e ci ha dato una possibilità!

Il risultato? Cavolfiori trapiantati il 6 luglio e raccolti proprio il 17 settembre, con caratteristiche perfino al di sopra delle aspettative:

  • peso medio 1,2/1,5 kg;
  • corimbo bianco brillante con totale assenza di ingiallimento;
  • scarsa copertura fogliare che facilita le operazioni di raccolta senza compromettere il colore.

Tutto merito della natura semitropicale della varietà. Lucex, infatti, non ha bisogno di vernalizzazione per sviluppare l’infiorescenza, a differenza dei cavolfiori tradizionali.

In parole povere, sviluppa una pianta forte e sana e frutti di qualità anche senza prendere freddo!

È stato difficile raggiungere questo risultato? Il nostro amico Michele è quasi incredulo ma giura di no. Concimazioni frequenti e abbondanti (solfato, nitrato, calcio), oltre ad alghe e stimolanti fogliari, come è naturale per le varietà precoci.

La pianta è risultata forte, vigorosa, con una bassissima sensibilità alle batteriosi senza segni di alternaria.

Insomma, un grande successo, al punto che gli amici coltivatori di Michele per molti giorni sono passati in campo a vedere questo prodigio della natura!

Altri interessanti dettagli nel video, clicca qui.

 

Lucex ad Acerra (NA)

Stesse incredibili prestazioni ad Acerra, in provincia di Napoli. Vi abbiamo portato il 22 settembre su un campo trapiantato il 16 di luglio e iniziato a raccogliere il 16 settembre.

Una zona più comune per questo tipo di coltivazione. Qui Lucex si è confermato un cavolfiore di qualità elevatissima e con caratteristiche che ne favoriscono la commerciabilità, pur con il suo ciclo precocissimo di soli 60 giorni.

La presenza nello stesso campo di alcune piante di cavolfiore tradizionale ci ha permesso di mostrarvi l’incredibile differenza di colorazione, che ha lasciato a bocca aperta anche i coltivatori della zona.

Non ci credi? Guarda qui.

Lucex a San Carlo (FG)

Impressioni e considerazioni confermate ampiamente anche da un altro agricoltore della provincia di FoggiaLuciano Andreano.

Eccolo che, intervistato dal nostro Tecnical Account Manager Fabrizio Poletti nel suo campo di San Carlo, mostra grande entusiasmo per le prestazioni non solo di Lucex ma anche di suo fratello Marmorex, entrambi appartenenti alla famiglia Curdivex.

Insomma, una squadra davvero invincibile!

Scopri tutte le sementi per cavolfiore

This browser is no longer supported. Please switch to a supported browser: Chrome, Edge, Firefox, Safari.